novembre 2009 - Vivere semplice

Archive | novembre, 2009

Pura gioia

“Monsieur Thebault, j’appele pour vous dire que mon petit frere est nait. Il s’appel Emilio, oui, il dorm pendant le jeur et il s’arret pas de crier dans la nuit….” cosi Lorenzo Pedro parlava ieri al telefono con il suo maestro di scuola a Ginevra, ha voluto chiamarlo per dargli la notizia… Era strano sentire il suo accento cosi appropriato e la sua voce cosi seria. Un vero fratello maggiore!!!

Emilio

Come si aggiunge un altro pezzetto alla nostra personale collezione di figlioli, e da giovane coppia si diventa piano piano una vera famiglia…

La wish list di una mamma in attesa

Cosa c’e’ di meglio di una mattinata passata a bere the, ascoltare filodiffusione e navigare su internet pensando a quali possibili, astrusi e improbabili regali potrei desiderare per festeggiare il compleanno #0 del bebè che avverrà oggi/domani o spero anche stasera?

Consolazioni da un continente all’altro…

E anche oggi non ho partorito!!! Per fortuna c’e’ la mia americana amica Soulemama a consolarmi! (senza nulla togliere a tutte le nostrane amiche senza le quali sarei triste, sola e abbandonata…)  Avete visto il suo post di oggi? Racconta di come, dopo settimane di contrazioni preparatorie, abbia partorito il suo quarto figlio in pochi […]

L’attesa per tutti

Ultimi aggiornamenti sull’attesa, sui preparativi per l’accoglienza del nuovo arrivo… e soprattutto sul tempo_lento scandito da una commissione non pianificabile come il parto.

A tu per tu

panzanovembre09.jpg

Sono assente si. Combatto una battaglia personale a tu per tu con la paura. Devo partorire tra poche settimane, la notte sguaino la spada e affronto gli spettri, il giorno mi siedo accanto a lei e la contemplo.

Perchè la vita e la morte sono le due facce della stessa medaglia e mettere al mondo significa anche guardare da vicino le proprie paure. Tutte.

Allora mentre medito e preparo bodini e cuffiette di lana nel cassetto del bebè, mentre ungo pazientemente la pancia e passo la cera d’api sulla culla di legno a forma di arpa che il mio amico falegname e la sua meravigliosa moglie mi hanno prestato… mi tengo accanto la paura silenziosa e ci contempliamo. Consideriamo la reciproca esistenza. A volte con sguardo sardonico le rido infaccia, a volte la guardo con grandi occhi e prego che il destino sia clemente, anche questa volta.

Nei momenti di lucidità navigo su internet e ho scoperto un bel sito romano, si chiama pagine baby, una specie di pagine gialle per genitori, grafica accuratissima e spriritosa a cura di rana elettrica, una nuova webagency in città (carina!!!)

A proposito di genitori ho anche scoperto un sito molto carino si chiama genitori crescono, anche questo tutto italiano, molti articoli interessanti di pedagogia/educazione e tanti punti di vista diversi ma sempre anche qui accurati.