Bambini grandi e ragazzi a letto presto - Vivere semplice

Bambini grandi e ragazzi a letto presto

bambini grandi e ragazzi a letto presto si può . vivere semplice

Dicevamo che i piccoli hanno bisogno di una routine del sonno, e che bisogna iniziare presto a dare calore, contatto e ritmo. Poi gli anni passano e i ritmi cambiano un po’ ma rimane il bisogno dei bambini di ritrovare un minuto di quello speciale ambiente che avevamo creato per i piccoli e starci un po’ dentro. In silenzio o con qualche racconto serale.

Hanno bisogno di andare a letto presto

I miei figli vanno a letto alle 8,30 ora che sono più grandi (10 e 12) ma fino a 3 anni fa erano le 8 di sera. Ed emilio 7,30. Ho capito che un segreto alla base di questa tempistica è stato cenare presto ovviamente. E visto che noi siamo torinesi ce lo possiamo permettere. Mangiare tutti insieme e bene e a tv spenta. I bambini hanno fame alle 7 e all’inizio preparavamo solo la cena per 3 poi io e andrea cenarvamo da soli. Ormai sono cresciuti e ceniamo tutti alle 8.

Ultimamente avevamo deciso che i ragazzi avevano uno screen time era di mezz’ora al giorno. Ed Emilio cartoni un giorno si e uno no per mezz’ora. Loro hanno cominciato a giocare con Cash of Clans tutti i giorni, e il grande era sempre indeciso se continuare a giocare o chattare su WathsApp con i suoi amici.
Insomma un giorno ho detto: secondo me state esagerando. Loro mi hanno risposto: è vero! Forse è meglio seteniamo spento per un po’.

Ora è una settimana che tentano di fare altro, a volte vengono in cucina e dicono: uffa mi annoio ed io rispondo loro: è normale, si chiama astinenza. Lo capiranno più avanti, per ora non è un problema. Siamo qui per questo: mettere qualche paletto in mezzo a tanto amore.

A letto presto

Credo che la routine del sonno vale anche per i ragazzi e gli adulti. Fa male a tutti lo schermo fino a tardi anche se per noi adulti è ancora peggio perchè con il computer ci lavoriamo anche.
Finire compiti e fare la cartella, lavarsi i denti, trovare il proprio pigiama, cambiarsi ritrovare una parvenza di coperte e cuscini e lasciare in pace i grandi è un diritto-dovere di ogni ragazzo.

Se poi gli adulti riuscissero a mettere in tavola anche una colazione in una cucina riordinata sarebbe perfetto. Con la sveglia che ti da tempo per cominciare un nuovo giorno, anche questo senza fretta.

Leggi altri articoli della categoria Genitori + Famiglia

Originariamente scritto il 22 ottobre 2014

3 Commenti per questo post

  1. emanuela ha scritto:

    molte volte mi sono sentita dire, quando i miei figli erano piccoli(ed ora sono tre adulti) che ero “esagerata” con gli orari. Fino al termine della quinta elementare entro le nove erano a letto, ognuno con i propri riti condivisi con i genitori. Alla scuola media avevano un maggior margine, 20 minuti in più, e alle superiori, ormai grandi……..erano loro ad andare in camera, leggere, scrivere sul diario, ascoltare musica……e Giulia diciottenne mi diceva “mamma, se mi telefona qualcuno dì che ho mal di testa e dormo!” perchè a loro piaceva il “loro” momento, il loro ritirarsi in camera ed anche il loro dormire presto! E noi genitori abbiamo sempre avuto serate in cui, come dicevo io, non dovevamo guardare sotto il metro!!!! Emanuela

  2. Genny Dal Bosco ha scritto:

    Cara Sabrina,
    seguo con interesse il tuo blog da ormai 5 anni. Mi permetto di commentare questo articolo perché sono profondamente delusa. BUTTA VIA LA TV! E poi scrivi che Emilio ( 4 anni) guarda mezz’ora di cartoni a giorni alterni?! Rimango perplessa.
    Genny

  3. sabrina ha scritto:

    Cara Genny, fai male ad essere perplessa e delusa. Quello che ho capito in tanti anni di riflessioni su questi argomenti e’ che ognuno deve trovare il SUO modo di gestire i limiti di esposizione ai media dei propri figli e questi limiti cambiano man mano che cambiano le condizioni di vita, l’eta dei bambini e quello che scegli per loro. Ti consiglio di non giudicare gli altri perchè questo non è mai costruttivo.

Commenta questo post