Quello che gli altri si aspettano da una famiglia steineriana

Scritto il 05 giugno 2014

parchetto

Quando qualcuno chiede a mio figlio di quasi 12 anni perchè non ha la televisione lui risponde: chiedi a mio padre!
Lui non lo sa il perchè o almeno fa finta di non saperlo.

A cosa serve non avere la tv

Il mondo è pieno di gente che passa la vita davanti alla tv perdendosi un sacco di occasioni fantastiche. Potrai guardare tutti gli schermi che vorrai quando sarai grande, ora fai altro!

Non vogliamo in casa un imbuto che ti infila un sacco di banalità nel cervello. Il cervello di un bambino è un oggettino che va trattato con cura (se ti interessa leggi come è fatto il cervello di un bambino)!

Ad alcuni bambini capitano genitori più rompiXXglioni di altri che ci tengono a queste cose: a volte si tratta di persone che mandano i figli nelle scuole steineriane, ma questo non è affatto detto.

Voglio dirvi una cosa: nella scuola steineriana ci sono bambini che a 10 anni hanno visto più film di me e guardano la tv per ore e ore al giorno da quando avevano zero anni. Vedete?

Crescere i tuoi figli come credi e sentirti etichettato come famiglia steineriana diciamolo, è un po’ una sfiga infondo.  Per i seguenti motivi:

  • perchè berlusconi e gli executive della Silicon Valley hanno scelto una scuola dove tv e tecnologie vengono tenute fuori
  • alcuni credono che hai un sacco di soldi, mentre tu recicli tutto pur di risparmiare
  • alcuni pensano che credi di sapere tutto tu, mentre tu hai un bisogno enorme di confronto, di aiuto, di capire insieme agli altri genitori come cavolo si fa a crescere un paio di figli o tre…

Non ci sentiamo per niente una famiglia steineriana, anzi questa espressione ci fa proprio arrabbiare. Perchè tutto deve essere sempre incasellato?

A cosa serve non essere dei fanatici

Detto questo abbiamo deciso di regalare il telefonino a Lorenzo Pedro per il suo compleanno: non vogliamo che si senta un diverso visto che è rimasto l’ultimo della classe a non averlo. Sarebbe stato bello parlarsi tra genitori e provare a posticipare ancora un po’ il momento in cui i nostri figli passavano le serate su what upp, ma non c’è stato modo. Neanche nella scuola steineriana.
Questo è  il contratto d’uso che gli abbiamo dato insieme al regalo.

Per festeggiare ha voluto fare un pigiama party insieme a due amici, rigorosamente senza fratelli. Prima di andare a letto (tardissimo) l’ho sentito che leggeva in camera sua il contratto insieme ai suoi amici. Erano in silenzio. Lui ad alta voce, loro ascoltavano. No commenti, no risate. L’ho trovato commovente.

Leggi altri articoli della categoria scuola steineriana

4 Commenti per questo post

  1. L'angolo di me stessa ha scritto:

    Innanzitutto ho letto solo ora il “contratto” e lo trovo favoloso e voi genitori davvero attenti e rispettosi, io non so se ne sarò capace.
    Secondo luogo, qui tv c’è, ma sempre spenta, anche se ora vorrei iniziare ad acccenderla qualche volta, perchè viviamo all’estero e vorrei mi aiutasse con la lingua. I miei figli guardano qualche video con noi, ma con una frequenza che forse raggiunge l’una volta a settimana.
    Io ho avuto il cellulare a 18 anni, l’idea di doverlo dare a 12 mi lascia un po’ perplessa, ma so che succederà, non foss’altro per non farli sentire “i diversi”.
    Dici che siamo steineriani?
    Non lo so, ho letto molto sul tuo blog, trovo molte cose giuste, alcune su cui mi piacerebbe discutere e approfondire, altre in cui non sono del tutto d’accordo…insomma deve per forza esserci un modo ddi etichettare la gente? Io sono poi così diversa, io sono poi così fuori dal comune? Sono una mamma, piena di sensi di colpa, che spesso urla, si arrabbia, che cerca e spera il meglio per loro…che differenza fa se uso o meno la tv per esempio?
    Un abbraccio, grazie comunque per il tuo blog e la condivisione delle tue esperienze.

  2. sabrina ha scritto:

    Non dico che siete o siamo steineriani, dico proprio il contrario. E sono felice di poter approfondire se lo vorrai alcune tematiche. La differenza che passa tra chi usa la tv come babysitter e chi la tiene spenta il più possibile è enorme. Perchè i danni che fa la tele sui piccoli è ormai conclamata ma moltissimi, quasi tutti, fanno finta di non conoscerli. Perchè fa comodo cosi. Anche l’Associazione Pediatri americani che fino al 2000 affermava che i programmi appositi per bambini piccoli erano indicati ora raccomanda no tv under 2. Ci sarà un motivo si o no? Grazie per il tuo intervento, ne aspetto altri..

  3. L'angolo di me stessa ha scritto:

    Bè sappi comunque che sono una tua lettrice silente da un bel po’, solo che alle volte alcune tematiche sono così grandi che faccio fatica a commentare, poi tu sei davvero molto brava nell’approfondirle.
    Complimenti davvero per il tuo blog, per il coraggio delle tue scelte, per la condivisione dei tuoi ideali.

  4. linda ha scritto:

    sono commosa, complimenti per tuo figlio e i suoi amici

Commenta questo post