Acquisti di Natale: guida ai regali semplici - Vivere semplice

Acquisti di Natale, una guida ai regali semplici

regali di Natale semplici

Sta per cominciare il corri-corri ai regali di Natale. Si sente già nell’aria.

Potete prepararvi e decidere cosa fare delle vostre vacanze di Natale e come gestire e godersi i preparativi oppure rimandare fino all’ultimo momento e poi ritrovarvi avviliti (o rinfrancati) perchè non avrete preparato nulla. Se non volete entrare nel vortice dello shopping compulsivo ma sentite come necessario fare acquisti di Natale, una guida ai regali semplici è l’ideale!

La scelta che farete è la migliore. L’importante è scegliere. Anche decidere di far finta che il Natale non esista e continuare la propria vita come se niente fosse può essere un’idea (io l’ho fatto per decenni nascondendomi dietro all’ideologia dell’ IO NON COMPRO), l’importante è che sia una scelta consapevole (e la mia non lo era del tutto. In realtà ora so che era paura di non essere felice).

Prima di tutto i regali

Se vi piace moltissimo l’idea di mantenere una certa coerenza tra il vostro stile di vita e il piacere di fare tanti regali potete decidere di optare per regali immateriali: non ingombrano, non costano un’enormità, vi obbligano a metterci del vostro in termini di creatività e tempo da dedicare agli altri e quindi oltre a fare un regalo agli altri lo fate anche a voi stessi. Ecco una lista di regali immateriali o quasi che potreste fare alle persone che amate, diciamo che il concetto è quello di fare un servizio, non vi sembra esattamente nello spirito giusto del Natale?
(confesso che alcune idee le ho tratte dalla Zen Habits holiday gift guide che è un pozzo di idee che adoro:

  • un massaggio per figli, nipoti e tutte le persone con cui hai confidenza
  • un passaggio in macchina per la nonna o i parenti più anziani, o gli amici che vanno in bici tutto l’anno spesso non per scelta
  • un sito web per un amico che sai ne ha bisogno e che non te lo chiede perchè sa che te lo chiedono tutti (se fai siti web)
  • un lavaggio di automobile per i papà, i nonni e gli amici che coltivano funghi in macchina
  • un prestito: hai qualcosa che usi poco come una videocamera o l’ultimo modello di aspirapolvere? prestalo a quell’amico che lo desidera ma non si piega a comprarlo. la prossima volta sarà lui a farlo con te.
  • organizza una gita a sorpresa e porta qualcuno che ami a vedere una cascata, a fare una passeggiata nella natura o a vedere il mare d’inverno

E per ultima cosa i regali

Se ci pensi bene l’ultima cosa di cui hanno bisogno le persone che ami sono cose, oggetti e costosi prendi-polvere inutili. Fai loro un favore, non scegliere per loro cosa mettersi in casa (assolutamente non regalare vasi, quadri, oggetti di arredamento) evita anche i libri a meno che tu non sia ultra-sicuro di incontrare il gusto di quella persona.

Sui regali mangerecci vado più cauta: se regali qualcosa di fatto in casa fai un figurone ma accertati che sia davvero buono e se il tuo portafogli ti consente qualche lusso culinario (di buona qualità e non l’ulteriore dolceria che va ad aggiungersi alla montagna di zuccheri assunti durante le vacanze) allora l’idea è proprio buona. Ma deve essere qualcosa di davvero speciale, altrimenti meglio il vecchio pacco di caffè che portava mia nonna al pranzo di Natale. Che capivi benissimo quanto il caffè fosse un vero lusso solo qualche anno fa.

 

Leggi altri articoli della categoria Semplificare

Tags |

Originariamente scritto il 02 dicembre 2014

2 Commenti per questo post

  1. mentredormono.blogspot.it ha scritto:

    Questa idea del Natale fatto di doni relazionali e immateriali la sento molto mia, con qualche eccezione.
    Io quest’anno volevo per esempio regalare delle ore di conversazione in inglese al mio papà (insegnante: io) e, facendo lavori di creta, da diversi anni i miei regali agli amici più cari sono oggetti fatti da me, che loro amano tanto e apprezzano. Alle mie bimbe (che sono 3) anche farò qualcosa con la creta. Ma non sarà il solo dono: a loro per Natale (e unicamente in questo periodo dell’anno) compro alcuni giochi e libri, cercando un giusto compromesso tra ciò che chiedono a Babbo e ciò che a noi piace e che pensiamo sia un gioco di valore. Amerei sapere cosa regalerai ai tuoi bambini quest’anno, spero tu ne scriva.
    ps Grazie per lo spunto di Zen habits… Curioserò. A presto. Veronica

  2. sabrina ha scritto:

    certo Veronica, buona idea. Ne scriverò al più presto

Commenta questo post