Carnevale svizzero - Vivere semplice

Carnevale svizzero

In questi giorni su Vivere semplice stanno succedendo cose strane, rischio di perdere delle amiche perchè ho detto la mia opinione in modo forse troppo “spregiudicato”, sento che alcune persone che conosco non approvano i miei punti di vista e vorrei dire a tutti grazie perchè mi aiutate a capire quello che mi serve per vivere.
Ogni giorno ho bisogno di conquistarmi un pezzettino di libertà per continuare a scrivere su queste pagine e per continuare il mio percorso di crescita.

Vi sembrerà banale ma spesso mi chiedo: perchè faccio “vivere semplice”? Forse ve lo sarete chiesto anche voi, allora provate a rispondere,  se vi va.

carnevale1.jpg

Intanto tradizione vuole che anche quest’anno mi sia cimentata nei vestiti di carnevale. Per il piccolino si recicla, e pazienza se non sarà proprio il massimo ma il primo vestito fatto a mano da mamma non puo’ esser lasciato nel cassetto. (vi ricordate quando lo indossò lorenzopedro per la prima volta? era due anni fa… clicca qui per vederlo)

L’anno scorso invece avevo improvvisato un robin hood per lorenzopedro e per zeno  avevo fatto un vestito da gatto…

carnevale2.jpg

Quest’anno Monsier Thebault il maestro di Peo ha chiesto alle mamme di realizzare vestiti ispirate alle fiabe, allora ho chiesto al mio cucciolo: che vestito vuoi? “Il principe delle nuvole, mamma“. Non è esattamente una fiaba, ma va bene lo stesso. “Lo vorrei tutto bianco luccicante, con lo stemma c’oro, il mantello e la balestra“.
Dopo aver convenuto che la balestra era decisamente troppo pericolosa abbiamo ripiegato su una spada che gli ha fatto un bambino di ottava classe come regalo per il primo giorno di scuola.

carnevale3.jpg

Mi spiace moltissimo di non avere delle foto del giorno della festa in maschera a scuola, ma spero di procurarmele presto. Un tripudio di re, cavalieri, fatine, principesse, arcieri… e tutti con vestiti fatti in casa. La svizzera è piena di mamme sartine… incredibile!!!

E fra poco si aprono i giochi per la caccia al coniglietto di Pasqua, il tempo passa veramente infretta.

carnevale4.jpg

Leggi altri articoli della categoria Bambini + Scuola, Manualità, moda, Ritmo della vita

Originariamente scritto il 26 febbraio 2009

17 Commenti per questo post

  1. mammanatura ha scritto:

    la decisione di vivere “semplice2, non è proprio una decisione, mi viene naturalmente è solo vivere…!

  2. Enikő ha scritto:

    Incredibile! Mio figlio (allora treenne) l’anno scorso mi ha chiesto proprio un vestito da principe delle nuole… Non conoscendo nessuna fiaba con un personaggio simile ero felice che se lo sia inventato tutto da solo (mentre i suoi amici si travestirono da Superman, Batman, Tartaruga ninja e gormiti vari). A questo punto credo proprio che l’idea che le nuvole abbiano un loro principe sia presente nell’immaginario infantile. Ah, e mia figlia, in sintonia con il fratellino, volle diventare la principessa dell’arcobaleno.
    Sono belli i tuoi figli e sono belli i costumi che hai creato per loro.

    Per qanto riguarda il tuo blog. Non so di quale cose strane parli, ma comunque, qualsisasi cosa sia il motivo del tuo blog, da parte mia sappi che quello che fai, condividere le tue esperienze, pensare ad alta voce può risultare una cosa utile (e a volte divertente o rasserenante) per chi, come me, si ritrova un pò sola con le proprie opinioni, convinzioni.
    Spero che vorrai continuare.

    Ciao,
    Enikő

    Ps. Alla fine ho iniziato anch’io il mio blog anche se, per ora, non mi trovo affatto a mio agio. Credo che ci vorrà del tempo.

  3. Micu ha scritto:

    Ciao Sabrina, sono Michela non mi conosci, ma ti leggo spesso e da più di un anno. Ci possono essere mille motivi per scrivere.. Io lo faccio per fermare e ricordare degli stati d\’animo.
    Chi vive in modo consapevole prova tante emozioni, si fa domande, elabora pensieri, perchè non condividerli se possibile? Un cruccio condiviso spesso si attenua, un\’idea condivisa ne stimola altre, una gioia condivisa si moltiplica 🙂 E come hai scritto tu tutto questo è crescita!

  4. claudia ha scritto:

    Mi dispiace che tu stia attraversando un momento difficile. Saro’ riduttiva ma non posso non interrogarmi sul valore di un’amica che ti “molla” perché non condivide le tue opinioni.

    Perché fai “vivere semplice” non saprei, mi sembrava il connubio naturale tra il tuo lavoro e la tua condizione di mamma, ma se lo chiedi cosi’ vuol dire che c’è sotto qualcos’altro…

    Bravissima per i costumi, i tuoi figli sono bellissimi.

    Spero di rivederti presto (se Dio vuole questo luuuungo inverno sta volgendo alla fine!).

  5. Laura ha scritto:

    A me il tuo blog piace molto. Si può non condividere tutto quello che vi scrivi e che pensi, ma del resto immagino che neanche tu ti aspetti un consenso assoluto. Il perchè continui a scrivere questo blog lo hai già rivelato: perchè scrivere, esprimere le tue opinioni, confrontarti con quelle degli altri (che non necessariamente corrispondono alle tue) fa parte di un tuo percorso di crescita. Questo è lodevole e ammirevole. Tutto il resto non ha nessuna importanza. Io ti consiglio di continuare a scrivere, se poi chi legge non lo fa in modo “spregiudicato” pazienza. Non si può piacere a tutti.

  6. Claire ha scritto:

    Ciao, anche se non ci conosciamo, è da un pò che seguo il tuo blog. Lo faccio perchè leggo nelle tue parole autenticità.Il blog esiste perchè tu possa trasmettere i tuoi valori e le tue esperienze, perchè tu possa raccontare tutte le belle cose che stai apprendendo nel tuo cammino. Esiste perchè deve esistere!Eh..si, i tuoi figli sono bellissimi!

  7. MARA ha scritto:

    ..allora non stavi solo facendo gli gnocchi…questa tua assenza ha altre cause, ti fai tante domande e questo è normale per una mente vivace e fantasiosa come la tua…Stai tranquilla, magari è solo un periodo di stanchezza (noi mamme \"ecologiche\" a volte ci complichiamo un po\’ l\’esistenza..).Continua con cio\’ che fai perchè lo trovo lodevole e i tuoi ragazzi grazie a tutto l\’impegno che stai mettendo per crescerli bene saranno un giorno UOMINI LIBERI! un caro abbraccio

  8. valentina ha scritto:

    Ciao, non so cosa sia successo, ma ti prego continua a scrivere quello che pensi e che senti perchè anche se non ci conosciamo io leggo sempre il tuo blog e le tue parole e le tue esperienze mi danno tanta energia. Io non so il perchè di \"Vivere semplice\", so solo che le tue riflessioni mi aprono gli occhi, mi fanno pensare, mi riportano alle cose vere ed importanti. Non ho risposte, ti posso solo dire grazie. Bello il principe delle nuvole e che regale mentre tiene alta la spada! Alla prossima! Vale (VaBo)

  9. cristina ha scritto:

    Vivere semplice è per te, è per me, per i tuoi bambini, per LIvia per tutti quelli che ci sono e che verranno. Per tutti noi… vicini e lontani…
    Io, la tua amica, non posso pensare di non avere più la possibilità di incotrare te e tutti quelli che leggono e commentano. Non sempre sono allineata ai tuoi pensieri o a quelli degli altri ma questo è un bene, è uno scambio, una crescita. Vengo a trovarti presto!!!

  10. letizia ha scritto:

    Ecco il motivo di vivere semplice, almeno per me: una mamma così bella (in senso complessivo) e che non frequenta l’ambiente delle scuole Waldorf ha deciso di mandare i figli alla scuola Steiner di Bologna dopo aver letto il tuo sito e quello della casa nella prateria. Non solo. I commenti a questo post sono pieni di persone che sono rimasti incuriositi dalla sua scelta. Più di così…
    http://esterdaphne.blogspot.com/2009/02/colore.html

  11. estrellazul ha scritto:

    sabrina bella,
    stavo per scriverti una mail personale per sapere cosa era successo, io torno qua tutti i giorni, mi piace l\’atmosfera del tuo blog come mi piaceva l\’atmosfera di casa tua a roma; mi é dispiaciuto tanto non poterti frequentare di piú dal vero, ma questo rimane un filo per me importante, e mi ha aiutato a migliorare come persona, a volte anche un paio di parole possono muovere ingranaggi nascosti nel cuore delle persone e aprire serrature.

  12. chiara ha scritto:

    Ciao Sabrina,
    per quel che riguarda il tuo blog io lo apprezzo moltissimo.
    Anzi, tutti i giorni guardo se l’hai aggiornato, e quando passano troppi giorni rimango un pò delusa..
    I tuoi sono sempre degli spunti interessanti di riflessione, che spesso condivido che mi aiutano a sostenere le mie idee e ad innescare motivazioni nuove, e mi piace leggere le riflessioni di chi ti segue e quando non conosco un argomento, è un’occasione per scoprire.

  13. barbara ha scritto:

    Credo che dovresti continuare a scrivere e raccontarti come hai sempre fatto, senza complicazioni.
    Proprio per l\’essenza di chiarezza che hai, nelle parole dirette che mi hanno subito conquistata.Forse non sei neppure troppo \"semplice\" ma non capisco questi pensieri inseriti nel carnevale. Trovo che la naturalezza e la spontaneità siano il luogo più elevato per creare, trovare un proprio stile di vita e dar voce ai propri slanci. Chi non ti sostiene o ti giudica non scambia. Per questo non lo prenderei troppo in considerazione. A me piacciono le menti vivaci e creative….le polemiche, i contrasti, i giudizi non sono ne semplici ne spregiudicati. Tu sei creativa, interessante e per nulla scontata e meno male che hai delle idee strampalate ogni tanto…usciamo dal grigiore e confrontiamoci serenamente…

  14. Nadia ha scritto:

    Ciao Sabrina,
    perchè fai vivere semplice e spregiudicato? Semplice: perchè è quello in cui credi, perchè vuoi condivedere le tue emozioni quotidiane con le persone che conosci e che vogliono conoscerti, perchè sei spregiudicata (nel senso di senza pregiudizi)

  15. marta ha scritto:

    ciao sabrina, è la prima volta che ti scrivo…da un po\’di tempo guardo il tuo blog ed è molto carino. Devo dire la verità che tutta questa moda di mettere la propria vita su internet e di creare una rete virtuale mi fa un po\’ impressione e che in fondo sia un sintomo della mancanza di comuinità \"calda\" nel mondo e nella vita quotidiana, ma credo che quando circoli creatività contagiosa sia molto bello e in fondo questo blog contagia e fa conoscere tante persone piene di una sana volgia di vivere! e ce nè tanto bisogno!
    ad ogni modo la risposta per te la sai tu! E in più è bello poter conoscere persone di cui neanche sapevi l\’esistenza, con cui scambiarsi idee. Mi piace questo amore per l\’educazione waldorf e l\’antroposofia, anche io le trovo molto preziose…una fonte infinità di bellezza che hanno arricchito la mia vita e il mio lavoro. Così penso cosa sia \"semplice e spregiudicato\"…a volte trovare qualcosa di buono anche in ciò che apparentemente sembra \"difficile\". Il mio lavoro è portare il teatro e l\’arte nel sociale e credo che sia meraviglioso se qualcosa dell\’educazione waldorf potesse arrivare con gioia nella scuola pubblica….sarebbe bello confrontarsi su questo, un confronto tra chi conosce bene la scuola steineriana come te e tra chi continua a trovare comunque persone piene di forza e amore nella scuola pubblica e in tanti altri luoghi difficili. Due modi di essere \"spregiudicati\" così diversi e così uguali. Questo sarebbe veramente spregiudicato: la sospensione totale dei giudizi e la sola voglia di contaminare con le cose belle che si scoprono e di essere contaminati. Se così accadrebbe sono convinta che piano piano un venticello di bellezza potrebbe uscire furtivo da una scuola waldorf e arrivare a una scuola pubblica e finalmente trovare una finestra aperta! Che crescita per entrambi!

    W i blog che fanno bene.
    buon tutto e grazie delle belle idee che fai circolare
    marta

  16. maria ha scritto:

    buongiorno mi chiamo maria,
    vivo in puglia…di passaggio, tra qualche anno,forse due, ci trasferiremo a roma e poi ancora chissà dove. mio marito è ufficiale di marina e la nostra casa siamo noi ovunque ci spostiamo.premetto che sono una bimba cresciuta in mezzo alla natura, libera ma con forti regole.abbiamo una meravigliosa principessa di 22 mesi e viviamo per fortuna vicino ad una erboristeria di taranto che reputo un\’oasi nel deserto. monica, la titolare anche lei da poco mamma è una persona deliziosa. da lei ho partecipato ad un corso di baby massage con sara e altre bellissime e sane iniziative. da lei ho sentito parlare per la prima volta di Steiner e mi sono brillati gli occhi.ecco quello che cercavo per sara. pietro mi sostiene, è una persona speciale perchè anche i suoi difetti lo sono e insieme vogliamo il giusto per la piccola. navigo su internet da giorni alla ricerca di commenti o racconti di chi questa scuola la frequenta o la ha frequentata. avevamo deciso di abbandonare l\’idea perchè le critiche negative sono troppe e drastiche e il timore di crescere figli che qualcuno ha descritto \"disadattati\" esiste. poi trovo il tuo sito e quell\’enorme raggio di luce fa di nuovo capolino. ma questa è l\’italia e non la svizzera e, nn per discriminare ma per senso di realtà le cose nn funzionano in egual modo (modesto ed ignorante parere di chi parla per sentito dire). Se sbaglio correggimi. come posso trovare notizie attendibili che mi diano la serenità che sto cerando? un ringraziamento di cuore

  17. antonietta ha scritto:

    …carissima amica di scuola…ti leggo..apprezzo…imparo e ti ammiro moltissimo,vivo in campagna immersa nelle natura..amo creare con quello che la natura spontaneamente ci offre..non ho figli purtoppo..ma li aspetto e nel frattempo,vivo e godo semplicemente di ciò che ho….ti abbraccio!!!!

Commenta questo post