La faticosa mitezza - Vivere semplice

La faticosa mitezza

Voglio  imparare ad essere mite davanti alla collera di Zeno che incrocia le braccia, batte il piede destro e dice: no mamma!

Voglio essere dialogante, accogliente, ascoltante e voglio esserlo tutti i giorni. Voglio accettare che ogni essere umano ha i suoi modi, i suoi tempi, le sue reazioni..

In un mondo in cui il diverso è nemico, lo straniero fa paura, essere miti è un comportamento esemplare per noi stessi e i nostri figli. Quello che ho capito è che avere un atteggiamento di simpatia nei confronti del prossimo è essenziale.

La mitezza esclude la polemica, l’arroccamento su posizioni difensive.

Nutrirsi di intransigenza, di superiorità, di  giudizio, esercitare la condanna sono atteggiamenti che rubano-rosicchiano- annacquano ogni tentativo di raggiungere una certa forza.

Perchè la mitezza è forza, è una riserva di resistenza, una dote, una ricchezza.

emilio5mesi.jpg

Leggi altri articoli della categoria Ritmo della vita

Originariamente scritto il 19 maggio 2010

7 Commenti per questo post

  1. cris ha scritto:

    condivido..
    coltivare tutti gli atteggiamenti di apertura verso gli altri è positivo e dà serenità a se stessi ma difficile da trovare: tutti di corsa, sempre per cosa? aggressivi e poi insoddisfatti
    brava
    ciao
    Cris

  2. mammamichi ha scritto:

    quanto sono vere le tue parole! grazie per avermi ricordato quanta FORZA dà l’essere paziente e mite!
    un caro saluto a tutta la tua bella famiglia!

  3. Mamma C ha scritto:

    verissimo.. la mitezza è davvero una grande virtù e difficilmente attaccabile!

  4. kosenrufu mama ha scritto:

    le tue parole mi colpiscono, sono assolutamente d’accordo. Il dialogo che è anche saper ascoltare, e prima di tutto ascoltarsi, anche quello mi piace, come sfida, quotidiana, nelle situazioni in cui si è messi alla prova, per poi vincere, e crescere, su se stessi. E ci rendiamo poi conto che grazie a quei difficili momenti, che si ripresentano proprio per farci allenare, superiamo i nostri limiti.
    Emilio ha un sorriso stupendo.
    un abbraccio

  5. sara ha scritto:

    me lo ripeto tutti i giorni e tutte le volte che spefilamente la lavoro( e capita spesso) mi scontro con una durezza gratuita, con mal parlare, con scortesia e arroganza.
    sorridere, restare miti e’ davvero una forma di resistenza non violenta, in questo tempo.

    un sorriso per voi sabrina! emilio come e\’ bello 🙂

    sara

  6. Stefania ha scritto:

    un post bellissimo e concentrato … hai una dote , il saper trovare il succo … io avrei scritto ciò che hai scritto in dieci volte tante righe… la mitezza . Mi manca , ma anche io la voglio guadagnare … un abbraccio

  7. Sintomi di Gravidanza ha scritto:

    Sono d'accordo anche io. La pazienza è condizione imprescindibile per essere ben voluti da tutti 😀

Commenta questo post