Prove per un birthday cake - Vivere semplice

Prove per un birthday cake

guardaecucina3.jpg Abbiamo preso in bibilioteca un libro bellissimo: Guarda e cucina di Tina Davis. Un libro di ricette americane per bambini (grafica vintage, ricette fantastiche, da ingrassare solo a sfogliarlo.)

Cosi abbiamo deciso che quest’anno le torte di compleanno (2) per la festa dei bambini (che sta per arrivare) le facciamo in casa, seguendo questo ricettario.

Ho provato anche a fare il french toast e le scrumble eggs… uhm!! che geni gli americani…

cake1.jpg

E finalmente, seguendo le indicazioni della mia erborista che mi ha dato da prendere Rock Water (dice che devo mollare, lasciarmi un po’ di rigidità alle spalle) ho fatto fare la ricetta completamente ai bambini, che hanno inzaccherato la cucina di polvere di cioccolato fin dalle parti del salotto..

cake2.jpg

intanto Emilio alle sue prime esperienze sul seggiolone, ha cercato invano di accaparrarsi qualche ciuffo di burro e qualche spruzzata di cacao… sarà ora che lo svezzi, quando sta a tavola con noi vede vismara

cake3.jpg

ps: guarda le foto del compleanno dell’anno scorso, e di quello prima. qui invece ci sono i preparativi (si perchè in questa casa i compleanni sono peggio del capodanno…)

Leggi altri articoli della categoria Manualità

Originariamente scritto il 17 maggio 2010

5 Commenti per questo post

  1. Federica ha scritto:

    Io ho “Guarda e cuci”, carino ma non ho ancora mollato le mie rigidità o meglio il senso di inadeguatezza di non saper cucire.

    Buona festa.

    Federica

  2. tiziana ha scritto:

    anch’io ho appena festeggiato il primo compleanno di mattia e ho fatto tutto in casa (anche un pò con l’aiuto delle nonne, due esperte super-cuoche, lo ammetto!) però la torta l’ho fatta io, dal pan di spagna alla crema alla decorazione, un successone! 😛

  3. silvia ha scritto:

    ah… gli altri… dicano quel che vogliono! Mia madre ci faceva persino le merendine per l’intervallo a scuola (ad imitazione di quelle industriali, due fette di pandispagna ed un filo di marmellata rigorosamente fatta in casa) Questa idea di dover comprare tutto è recente di… bo, 50 anni? Com’è cresciuto Emilio! Se aspetti i 6 mesi gli potrai dare di tutto dopo!

  4. Mammamsterdam ha scritto:

    Uaaaa, Lorenzo Pedro ha lo stesso pigiama da superman di Orso.

    Dipende, io in genere le torte di compleanno preferisco farle in casa, al massimo compro il pan di spagna e non farti mettere idee balzane, se non ti fa la mamma almeno la torta mi dici che compleanno è?

    Poi che una volta per sopravvivere e perché Ennio lo desiderava moltissimo abbiamo fatto la festa tutta organizzata al TunFun passi, ma in casa sempre una tortina nostra anche arrangiata (per Orso quest\’anno una specie di tiramisù con i biscotti e una crema al quark, 7 minuti di assemblaggio).

  5. simo ha scritto:

    non ho mai sentito dalle mie parti (vabbè, non vivo in città che forse è un bene) di una torta comperata per il compleanno di un bambino (neanche per quello di un adulto a dire il vero). anzi, la torta comprata a me ha sempre messo tanta tristezza..

    per una che vive spregiudicata però mi sa che di problemi te ne fai un po’ troppi e pensi anche un po’ troppo.

1 Trackbacks per questo post

  1. ah! i compleanni : Vivere semplice e spregiudicato ha scritto:

    […] delle feste speciali (vedi l’esperimento del vulcano dell’anno scorso, prove per un birthday cake, la gara di bici ad ostacoli di due anni fa la caccia al tesoro (per fortuna i miei primi due […]

Commenta questo post