Il bambino piccolo sente con il corpo - Vivere semplice

Il bambino piccolo sente con il corpo

Vi parlavo dell'incontro che si è tenuto la settimana scorsa a Roma, tenuto da una pediatra antroposofa molto ingamba. Vi parlavo delle sue dispense (e mi scuso con chi me le aveva chieste: sono riuscita a reperirle costano 6 euro, chi è ancora interessato mi mandi un'email con l'indirizzo.  la spedizione sara' un altro euro, circa). E ora vi accenno solo brevemente una delle cose di cui si è parlato, solo per citare una delle questioni che stanno molto a cuore agli "steineriani" ovvero l' educatazione dei sensi (quindi il perchè del no categorico alla televisione nei primi 3 anni, oppure i giocattoli di legno, oppure la musica dal vivo e non registrata.. perchè a ben vedere non sono vezzi, ma c'e' un significato preciso in tutte le indicazioni pedagogiche che Steiner ha proposto).

dsc_7279.JPG

Una sana stimolazione dei sensi (dell'educazione sensoriale ho gia parlato qui ) è fondamentale perchè  il bambino piccolo fa esperienza di sè solo attraverso l'attività dei sensi corporei, ovvero nel rapporto tra il suo corpo e il mondo esterno. E queste sensazioni sono strettamente collegate le une alle altre. Per questo motivo la qualità delle esperienze che il bambino piccolo fa in questi primi anni è sensibilmente importante e non è affatto un dettaglio. Per esempio l'udito e l'equilibrio (Steiner lo considera un senso) sono strettamente collegati: chi non ha equilibrio interiore difficilmente sarà in grado di ascoltare l'altro proprio perche è interamente occupato dai suoi problemi; per essere completamente aperti all'altro abbiamo bisogno di calma interiore, e la capacità di raggiungerla la dobbiamo all'esperienza del senso dell'equilibrio.

dsc_7287.JPG

Un altro esempio in interdipendenza tra i sensi riguarda il movimento e la parola. Ogni movimento e gesto del bambino è linguaggio, riguarda l'espressione di qualcosa. Di conseguenza la successiva esperienza della parola parlata è profondamente radicata nello sviluppo del movimento nei primi anni di vita. Al senso del movimento dobbiamo anche il nostro sentimento di libertà. Più una persona si sente libera, più liberamente saprà far uso del linguaggio. Si può riconoscere una persona non libera dal fatto che non si sa esprimere, è titubante, pensa sempre a cosa dire. Ancora, la relazione tra il tatto e il senso dell'Io (ovvero quel senso che secondo Steiner serve per riconoscere l'individualità dell'altro) . L'esperienza più importante che fa il neonato avviene  attraverso la sensibilità della superficie del suo corpo, nel toccare la mamma sente i propri confini corporei e inizia a sperimentare seppure in modo vago e inconscio il suo Io. Se sono convinto della mia esistenza potrò anche sviluppare il senso che mi permetterà di percepire altre esistenze. Chi non percepisce se stesso non può nemmeno percepire gli altri. Solo quando il senso dell'Io, cioè la ricezione dell'altro, si sviluppa in maniera non disturbata possono nascere più tardi competenze sociali come la solidarietà, l'ascolto, la

considerazione del prossimo.

estate2003coverbig.jpg

 

Per approfondire

I sensi e l'educazione sensoriale

Da dove viene la capacità di commuoverci

Come è fatto il cervello di un bambino? L'importanza degli stimoli

Leggi altri articoli della categoria Bambini + Scuola

Originariamente scritto il 09 marzo 2010

9 Commenti per questo post

  1. sara ha scritto:

    le tue parole mi fanno riflettere… e molto. grazie per averle condivise.
    Sara

  2. Valentina VaBo ha scritto:

    Grazie grazie grazie

  3. tiziana ha scritto:

    Ciao Sabrina, un altro articolo molto interessante! Mi piacerebbe molto avere le dispense di cui parli nell\’articolo, è possibile riceverle?
    Il mio indirizzo è:
    Tiziana Nuozzi
    Via Luigi Sturzo, 51
    86039 Termoli (CB)
    P.S. Emilio è cresciuto tanto, è bellissimo! : )
    Grazie mille cara!
    Tiziana

  4. Alessandra ha scritto:

    complimenti a Emilio.
    sono interessata anche io alle dispense, ma come faccio a farti avere le 7 euro?

  5. tiziana ha scritto:

    è vero, ha ragione alessandra! come ti invio gli eurini per dispense + spedizione? suppongo che per me che vivo fuori roma la spedizione costerà un pò più di 1 €, forse costerà più della dispensa! ;P
    comunque sabrina facci sapere, altrimenti se per te è troppo disturbo non fa nulla!
    baci a tutta la family…
    Tiziana

  6. Tiziana ha scritto:

    Ciao Sabrina, sono Tiziana, ma non quella di Termoli, che vedo nei commenti, ti ha già scritto. Vivo a Lussemburgo. Di solito quando mi spediscono qualcosa dall\’Italia. con una spedizione normale, il prezzo non è molto. Fammi sapere se puoi farlo, altrimenti un\’altra soluzione potrebbe essere che potrtei reperirle in qualche modo nel periodo di Pasqua in cui saremo a Roma. Attendo notizie prima di inviarti, eventualmente, l\’indirizzo.
    Grazie.

  7. summer ha scritto:

    che p…e! ma sei contraria a tutto quello che c’e’ stato nella nostra generazione? ma tu ne sei il prodotto!eppure non sei lobotomizzata dalla tv che sicuramente avrai vistopiuttosto che dai giochi di plastica che hai usato!e poi se la musica VERA si apprezzasse solo live solo in pochi potrebbero ascoltarla!e allora.. evviva i cd evviva camillamilla(molto piu bella delle tristissime bambole steineriane) evviva candy e terence perchè è grazie a loro se sono una sana inguaribile romantica! sai c’è una via di mezzo in tutte le cose nella vita e si chiama buon senso!

  8. francesca ha scritto:

    cara sabrina,ti scrivo da genova,e se vorrai ti spiegherò come e quando sei riuscita ad avvicinarmi alla pedagogia steieneriana…una serie di coincidenze che stanno conducendo al consolidamento di un gruppo di genitori interessati,se l\’antroposofia vorrà assisterci,all\’apertura di un giardino d\’infanzia (ma ci acconteteremmo di un gruppo giochi).genova è una grande città,ma incredibilmente non si è mai radicato niente di simile.non voglio tediarti/vi:puoi davvero spedire le dispense di cui sopra?fammi sapere.ti ringrazio,di tutto.

  9. gessica ha scritto:

    Ciao sono Gessica e anch'io sono molto interessata alle fotocopie. Potresti spedirmele, poi io ti manderò i 7 euro.
    Grazie
    Gessica Bonfatti Gerola
    Via Case Melli 34
    42024 Castelnovo di sotto (RE)
    340/1438011 cellulare

Commenta questo post