Raccolta delle forze - Vivere semplice

Raccolta delle forze

g30m.jpgg31m.jpg Sarà il segreto, sarà la suocera cara venuta in soccorso, sarà anche un po’ il bel tempo tornato dopo qualche giorno d’inverno e l’influenza passata, in questi giorni stiamo benissimo.

I bambini giocano molto, anche se Peo ha una frattura alla clavicola e Zeno ha la lacrima facile e dice spesso: “voglio papà e voglio andare a Roma“, e Peo gli risponde “ma dai, andare a scuola è come un gioco, non ti devi arrabbiare“…

Io sono stata ieri sera ad una mitica riunione a scuola dalla quale sono tornata carica di entusiasmo e di voglia di fare.

Questa scuola trabocca di iniziative, ci sono gli atelier per costruire i giocattoli quasi tutte le mattine, mamme/maestre che portano i bambini a fare il fuoco nel bosco per preparare il pranzo una volta alla setttimana, un’altra mamma che organizza un corso di circo, poi c’e’ il doposcuola sia per i grandi che per i piccoli, c’e’ il coro, c’e’ una commissione media che si occupa della comunicazione interna ed esterna… insomma quello che mi sono sempre sognata !!

La maestra di seconda classe sta già organizzando la festa di primavera con i genitori di prima e seconda, i genitori delle classi più alte pensano al bazar di Natale e stanno preparando cose incredibili, qui tutti parlano gia del Natale… c’e’ fermento. Ed io ho bisogno di fermento….

I bambini continuano a fare straslochi nei loro giochi. Vorrà dire qualcosa?

g32m.jpg

Un’altra ottima notizia è che la sartoria imperfetta ha riaperto i battenti. Ho dato una sistemata alla stanza, non posso credere di quanto spazio tutto per me abbia a disposizione…

sartoria1.jpg

ho fatto delle corone di compleanno che la maestra Ilaria mi ha ordinato per la sua classe

sartoria2.jpg

 ho dato a zeno la macchina fotografica, lasciandolo libero di farmi un servizio fotografico per una volta, ma è chiaro che non può impossessarsi della nostra Nikon D50 a 4 anni…. dovremo presto provvedere

sartoria3.jpg

 e ho fatto una solenne promessa il giorno del trasloco: questa stoffa non tornerà mai più a Roma. Ha gia viaggiato abbastanza.. c’e’ stoffa che viene dall’india e perfino da Tokyo e che aspetta da anni di essere usata…. è venuto il momento.

sartoria4.jpg

Presto organizzerò una vendita sul sito della sartoria. Voglio imitare Soulemama, chissà se sarò all’altezza.

Leggi altri articoli della categoria Genitori + Famiglia

Originariamente scritto il 19 settembre 2008

4 Commenti per questo post

  1. estrellazul ha scritto:

    che bei colori nelle tue foto, mi mettono tanta serenità, non ho avuto tempo che per leggere i tuoi articoli che sono sempre pieni di stimoli; noi stiamo iniziando il trasloco ora, non vedo l’ora di ristabilirmi e avrò uno studio tutto mio!! allora vai a imparare a costruire giocattoli ? io ne prenoto uno !! oppure un pupazzo per Ale

  2. chiara ha scritto:

    Fantastico la tua sartoria ha riaperto?!Evviva ci farai vedere!
    Ho fatto mie le tue parole a proposito dell’imperfezione delle cose cucite da soli, che il bello sta proprio lì!
    Ciao

  3. Elix77 ha scritto:

    Ciao,
    ho scoperto da poco questo blog….mi piace lo stile di vita anticonformista che avete adottato, credo che anche per i bambini sia molto positivo…soprattutto l’aver abolito la deleteria TV!!
    Non per farmi troppo gli affari vostri, ma col lavoro come fate a Ginevra?? Voglio dire, avete già un’altra occupazione?? Anche a me piacerebbe trasferirmi in Svizzera e lasciare quest’italiucola e gli italioti…ma il problema lavoro mi frena…voi come avete risolto?? Ciao!

  4. admin ha scritto:

    >>>>>>>>>>>>>>>>>>
    per elix77
    ciao grazie per aver scritto su viversemplice. non voglio sembrarti retorica ma non credo che l’italia sia italiucola! noi non avevamo per niente intenzione di scappare, anzi la nostra città ci manca molto e abbiamo avuto delle difficoltà ad accettare di andarcene. lo abbiamo fatto solo perchè abbiamo pensato che fosse un’esperienza interessante per noi e per i bambini. e poi perchè ci è “piovuto dal cielo” un lavoro al quale non si poteva dire di no. ma questa non è la prima volta che ci capita. spero che tu possa fare in modo di farlo succedere anche a te, e se hai voglia leggiti questo post, che potrebbe darti qualche ispirazione.
    >>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>
    >>>>>>>>>>>>>>>>>>

Commenta questo post