Prima classe: giorno#1 - Vivere semplice

Prima classe: giorno#1

Tra scatoloni, stanze da sistemare, prese della luce da far funzionare (meno male che c’e’ andrea), internet da attivare e altre mille incombenze c’era anche da gestire il fatto che il 25 agosto cioe’ ieri cominciava la scuola.
E Lorenzopedro va in prima classe!! Per fortuna abbiamo trovato anche qui la scuola Steiner (che una volta trovata è difficile che la lasceremo).

Quindi tra uno scatolone e l’altro con molta nonchalance ho messo sul piatto il fatto che il primo giorno di scuola stava per arrivare e che, anche se lui non avrebbe capito niente di niente pazienza, poi piano piano avrebbe iniziato a capire…

g6m.jpg

g7m.jpg

E ha funzionato alla grande (almeno per adesso). E’ tornato a casa sia oggi che ieri dicendo: mamma non ho capito niente ma è stato meraviglioso andare in prima. Poi ad un certo punto ha detto: mamma, io non capisco quello che dico ma copio tutto quello che fanno gli altri… almeno…

g8m.jpg

Inutile dire che ho pianto come una fontana nascosta dietro l’albero e anche ad Andrea è scesa la lacrimuccia alla festa del primo giorno quando tutti i bambini di prima classe sono stati chiamati sul palco del teatro della scuola, e sia noi che lui abbiamo capito solo quando hanno detto il suo nome… Poi ci siamo guardati in faccia e siamo scoppiati a ridere, Zeno non ci capiva più niente…

g9.jpg

Ultimo particolare che farà inorridire tutte le mie amiche mamme della Steiner che si fanno quella mezzoretta la mattina per portare i figli a scuola: casa è a 600 metri da scuola, ma ce li facciamo in bici, cosi, tanto per gradire. Se andassimo a piedi ci metteremo 5 minuti… in bici manco il tempo di salirci.

Quando Sol leggerà queste righe mi prenderà per una traditrice, si lo sono, ma vorrei tanto che foste qui con noi. (Sol è la mia amica-vicina di casa-mamma della scuola, con cui ci alternavamo per portare i figli a scuola).

Leggi altri articoli della categoria Manualità

Originariamente scritto il 26 agosto 2008

8 Commenti per questo post

  1. melanele ha scritto:

    In bocca al lupo per tutto!! Mi piace il vostro modo di affrontare la vita: di petto e con tanto entusiasmo. I bambini saranno contenti del cambiamento, ne sono sicura…

  2. Chiara ha scritto:

    Che bella esperienza che state vivendo…tutti insieme appassionatamente!
    Il vostro entusiasmo è contagiante…
    Lo stile di vita da imitare…
    Viene la voglia di seguirvi a Ginevra!!!
    😉
    In bocca al lupo per tutto… a tutti voi!
    Chiara

  3. chiara ha scritto:

    In bocca a lupo per Lorenzopedro! Che mi pare lo stesso che gioca alla casetta con le scatole del trasloco.
    Anche per i miei bambini è esaltante e divertente costruire e nascondersi in angoli e sotto i cuscini per avere l’idea della casetta.Chissà poi perchè!

  4. claudia ha scritto:

    Sono contenta che siate partiti alla grande! Che strano vedere voi davanti alla “nostra” scuola…

    In bocca al lupo, spero di vedervi presto!

  5. ceci ha scritto:

    mi manchi tantoooooooooo e Lorenzo Pedro è bello bello bello con la cartella sulle spalle, che dici posso stampare la foto e farla vedere a christine? mi raccomando non smettere con il reportage, è come starvi vicino!!!!!!
    mille baci a tutti
    ps.
    si porta già il golfino da quelle parti???
    Ceci

  6. Heidi ha scritto:

    Beh come si dice chi ben comincia è a metà dell’opera no?
    Auguri

  7. Sol ha scritto:

    Siamo arrivati a roma ieri alle 3 am e adesso con caffe in mano sono molto felice di avere notizie vostre e di scoprirvi in questo mondo nuovo. Ma che traditrice!! piuttosto mi sento invidiosa!!! E come mi piacerebbe stare li con voi!!! Tornare a Roma è stato traumatico, siamo stati cosi bene in vacanza… Sai quando parlavamo della casa come parla di noi…io non mi ci ritrovo… dunque ci dobbiamo dar da fare per metterla a posto. Coraggio con tutte quelle scatole, so quanto è difficile ma piano piano si va lontano… suonano le campane e mi ricorda quanto è vuoto questo quartiere senza di voi, già mi manchi tanto… Vi mando un abbraccio forte e pazienza con il mio italiano-spagnolo. Ah! mi dimenticavo sai che quando sono andata al mio primo giorno di scuola mia madre mi fece un cono grande di carta tutto decorato pieno di dolci e cose buone da mangiare, mi ricordo che mi era piacuto un mondo, forse si può rifare, che dici?

  8. estrellazul ha scritto:

    oye e la bici va bene? Victor dice che la ruota che si sgonfia è un problema dl pistoncino, e che le gomme stanno bene, che ne pensi ? noi partiamo il 13 ottobre, io sono tranquilla e l’unica tristezza è che sarò troppo lontano dai miei amici per decidere magari di andarli a trovare fra qualche giorno, e fin laggiù è difficile che vengano. Noi vi aspettiamo magari l’anno prossimo, e continua con queste pagine perchè ci terrei tanto a non perderci di vista.
    Un bacione ai bambini e un abbraccio grande per voi !!

Commenta questo post