Roma, ah Roma.. - Vivere semplice

Roma, ah Roma..

Chi mi legge con regolarità saprà che siamo tornati felicemente a Roma dopo un anno di esperienza a Ginevra, per tutti gli altri un po’ di storia di questa ultima fetta di vita la potete leggere qui:

1) primo giorno a Ginevra
2)  prima classe: giorno #1
3) prima settimana primo down
4) poi passa
5) seconda settimana: dove siamo
6) raccolta delle forze
7) quantità della vita vs qualità della vita
8) alla ricerca di un’altra villa panphili
9) ricongiungimento familiare
10) a scuola di scuola
11) colori dentro colori fuori
12) una società basata su un consumo diverso
13) ginevra update: fine 2009
14) quest’anno vogliamo…
15) 6 anni quasi 7
16) gnocchi di fine inverno
17) carnevale svizzero
18) compleanno svizzero
19) 5 e 7 anni
20) cosa c’è che non ci piace di ginevra
21) festa d’estate festa d’addio

Arrivati a Roma il camion del trasloco ha fuso il motore a 300 metri di casa. Le ragazze a cui avevamo lasciato la casa ce l’hanno restituita sporca e polverosa, dopo che noi abbiamo lasciato la nostra di Ginevra pulita come uno specchio.
Abbiamo passato 24 ore a pulire e fare ordine tra gli scatoloni, ma la nostra casa ha una luce, un’aura, un che di magico che mi ricordavo benissimo e che mi ha fatto passare qualsiasi malumore.

traslocoo1.jpg

I bambini hanno aiutato i traslocatori a portare su tutte le scatole, sono stati bravissimi…

traslocoo5.jpg

traslocoo0.jpg

…poi è successo un piccolo incidente, una scatola di costruzioni si è rovesciata e zeno è andato in crisi… io sono corsa in casa a prendere la macchina fotografica rotolandomi dalle risate… era tanto che non ridevo di cuore cosi

traslocoo4.jpg

Inoltre andrea è dovuto intervenire con le sue incredibili capacità di idraulico-tuttofare per:
1) riparare la lavatrice che si è messa a perdere acqua proprio mentre la casa era piena di scatoloni
2) lanciarsi fuori dalla doccia tutto insaponato a causa di un improvviso allagamento del bagno
3) togliere vari strati di muffa dalla doccia con la candeggina
4) adattare un mobile che avevamo a ginevra per farlo stare dentro l’armadio a muro…

traslocoo2.jpg

il tutto a tempo di record, visto che domani si parte per le vacanze!!

Tra una cosa e l’altra siamo anche riusciti a farci una passeggiata a Trastevere fino a tarda notte, con la brezzolina della sera, tutti i negozi aperti fino a tardi, gente per strada, visi sorridenti e un cameriere in pizzeria che dopo essere stato un fulmine si è anche scusato per averci fatto aspettare…

Stasera poi siamo usciti alle 6 di pomeriggio, siamo stati in libreria fino alle 8 e non contenti siamo ancora passati al negozio campano a comprarci le mozzarelle di bufala… tornando non abbiamo potuto che commentare: “che sfigati sti svizzeri, con i loro negozi chiusi, le strade deserte e le loro manie di lusso“, basta cosi poco per essere felici…

IL LUSSO
Il lusso è una manifestazione della ricchezza incivile che vuole impressionare che è rimasto povero.
E’ la manifestazione dell’importanza che viene data all’esteriorità e rivela la mancanza di interesse per tutto ciò che è elevazione culturale.Il lusso è una necessità per tanta gente che vuole avere una sensazione di dominio sugli altri. Ma gli altri se sono persone civili sanno che il lusso è finzione, se sono ignoranti ammireranno e magari invidieranno chi vive nel lusso. Ma a chi interessa l’ammirazione degli ignoranti? Forse agli stupidi. Infatti i lusso è una manifestazione di stupidità.

tratto da “Da cosa nasce cosa” di Bruno Munari (estratto a caso dalla libreria di Roma mentre i bambini facevano il riposino e io trovavo ristoro sulla mia poltrona da 1000 dollari)

Leggi altri articoli della categoria Genitori + Famiglia

Originariamente scritto il 31 luglio 2009

15 Commenti per questo post

  1. estrellazul ha scritto:

    è vero che casa tua ha un\\\’aura di serenità, ed è vero che viaggiare fa bene per periodi più o meno lunghi. Il concetto di felicità e di lusso poi è relativo: per esempio io sono più felice qui che in Italia e il mio lusso è poter aver accanto a me una signora che mi appoggia tutto il giorno in casa e con Ale, poter lavorare a periodi e principalmente da casa, e altre cose di questo genere, un pò meno centrate sul concetto di avere e ma sul tempo per fare quello che ci piace e non solo quello che ci serve per vivere(quando poi coincidono, è una figata, mi entusiasmo tropppo). Dai, quando racconti della pancia ? sono impaziente di sapere i preparativi in casa, i progetti, le cose che preparerai

  2. Stefania ha scritto:

    Che bello che siete tornati …
    che dire , sul lusso sono pienamente d’accordo , il lusso è una gabbia , un muro…il mio lusso è il tempo… tempo per leggere , stare coi bimbi a fare delle cose belle , tempo per suonarela chiatarra e cantare tutti insieme ancora a tavola dopo cena , un abbraccio grande bentornati nel paese del pressochè …con tutto l’affetto

  3. Chiara ha scritto:

    Bentornata a Roma cara Sabrina!
    🙂

  4. Ilaria ha scritto:

    Bentornati, allora!
    Il lampadario rosso-arancio è uguale a quello della cucina di mia nonna: quanti ricordi!
    Buone vacanze.

  5. Elisa ha scritto:

    Bello ritornare…bello ritornare in Italia nonostante tutto…
    a luglio sono stata per 3 settimane in Svizzera, a Zurigo, Basilea, Berna, Martigny. Le mie possono essere solo impressioni di viaggio, ma concordo con le cose belle e le cose fastidiose che ci racconti della Svizzera. Pensa che in un campeggio vicino a Zurigo tenevano la spazzatura sotto chiave!(impossibile depositare un sacco nel cassonetto a un’ora qualsiasi).
    Roma come Venezia: cestini pieni, turisti indisciplinati, odori strani nelle stradine…eppure…eppure…

  6. nadia ha scritto:

    Bentornati! La conosci la poesia Itaca di kavafis? poesia sul significato del viaggio e del ritorno.Buone vacanze

  7. Pascal ha scritto:

    Ora finalmente non avrai più da ridire sui “pizzicaroli” romani che vendono “pane e mortazza”!
    Scherzo ovviamente…
    Lupacchiotta ad honorem!!!

  8. cobrizoperla ha scritto:

    conosco poco ginevra (solo per esserci stata alcune volte) ma non ci vorrei davvero mai vivere.
    quella frase di Munari è eccezionale! per me lusso è solo il tempo, che mi sembra di non avere mai a sufficienza.
    siete così belli voi… bentornati!

  9. Heidi ha scritto:

    Si, Roma è davvero speciale, difficile lasciarla, ma è anche vero che per apprezzarla veramente è necessario partire e scoprire il bello del ritorno! Buone vacanze!

  10. Serena ha scritto:

    bentornata e bentornati! Noi staremo ancora un anno in Burkina, e a dire il vero il rientro in Italia mi spventa un po’.. Ma l’Africa non e’ la Svizzera, bien sur. Un bacione. Serena

  11. anna ha scritto:

    ciaoooooooo che bello leggerti mi dai una ventata di ottimismo e mi ricordi che ci vuole veramente poco per riuscire a vedere ciò che di bello abbiamo e che a volte non vogliamo vedere!!! sono appena rientrata a roma e immersa dalle mille borse, valigie e scatole varie col caldo torrido di casa nostra già pensavo : voglio andarmene viaaaa ma dove? ed ecco che invece apro il pc e dopo mesi di astinenza leggo due righe e del tuo sito e mi torna la carica! adesso che sei tornata cque non ci scappi e spero vorrai darci una mano per gli incontri domenicali con le famiglie !!! a proposito la nostra si sta allargando, amarzo arriverà un bel maschietto!!!! baci e a presto

  12. susy ha scritto:

    Ciao! Chi come me all’espatrio ci pensa continuamente è meglio si studi per bene la tua esperienza vero?
    Bentornata a Roma!

    Susy

  13. Sabrina ha scritto:

    Ciao Sabrina, Ieri sera cercando informazioni Sono “inciampata” nel tuo blog…. Ho notato che non sia proprio recente ma cmq io vorrei porti una domanda Sperando che tu legga ancora i commenti… Dunque: a fine giugno mio marito partirà per Ginevra per lavoro…Io, nostra figlia e i due cani dovremmo lasciare Roma e raggiungerlo per settembre… Vorrei sapere da te se puoi consigliarmi dove poter cercare un’appartamento adeguato ad una famiglia allargata, girando per internet nn sono riuscita a trovare ne capire niente, solo monolocali o camere…Claudio sarà ospite da un collega e a me ha lasciato il compito di trovare “la zona ideale” per noi… Insomma Cara Sabrina puoi darmi qualche Aiutino ahahah?! Un bacione

  14. Mario Bianchi ha scritto:

    Signora, vorrei farle alcune domande:

    1) l’hanno obbligata gli Svizzeri ad andare a Ginevra?

    2) come si permette di criticare il modo di vivere degli altri? In Svizzera non c’è Berlusconi? In Italia, anzi, nel vostro paese di cartone chiamato così e che più onestamente dovrebbe essere definito un’espressione geografica,adesso c’è il giullare di Pontassieve che vi prende per il culo ancora peggio, e tra non molto ve ne dovrete andare tutti per far posto a tutti quei barbari selvaggi che il suo partito (immagino il PD) sta importando. E quando questi nuovi italiani più neri del carbone vi cacceranno tutti fuori a pedate nel culo, allora forse non parlerete più male degli altri … e rimpiangerete anche l’ultimo sobborgo, di Ginevra: e quel giorno spero vi neghino l’ingresso … ah ah ah

  15. sabrina ha scritto:

    Eccolo qua un bello svizzerotto che si esprime, vedete che gente è?

Commenta questo post