alimentazione sana Archives - Vivere semplice

Tutti i tag | "alimentazione sana"

Tags: , , , , ,

Bevande caloriche e bambini ADHD iperventilati


Scritto il 11 novembre 2008

red.jpegGli energy drink fanno male a bambini e ragazzi: se ne parla ormai da anni.
Una Red Bull, tanto per citare la più nota, contiene dosi elevate di caffeina, pari a mezzo litro di Coca-Cola o un caffè.

Se ne sono accorti perchè alcuni ragazzi non riuscivano a stare seduti in classe  mentre altri sono costantemente hyperventilating insomma sclerati, agitati.
Mentre nel mondo si sta diffondendo a macchia d’olio l’ADHD tra i bambini (sindrome della disattenzione e disordine da iperattività) ci voleva proprio una bevanda eccitante. Complimenti!

Meno zuccheri più cibo sano

Associare l’alimentazione ai malesseri e alle malattie è qualcosa di fuori moda.

Perchè allora da Ippocrate in poi ogni disturbo veniva curato prima di tutto con il digiuno?

Quel sapere oggi è stato completamente abbandonato e si crede che non ci sia alcuna relazione tra un bulletto di 12 anni e i cereali ipercalorici che mangia a colazione o le bibite iper-zuccherate con cui fa merenda tutto il pomeriggio…

Le catene della grande distribuzione a proposito di una eventuale regolamentazione della vendita di prodotti ipercalorici affermano: non siamo qui per proteggere le spalle dei nostri acquirenti, gli energy drink sono legali, per questo li vendiamo…  (Peter Naef portavoce di Migros, un grande magazzino svizzero)

g48.jpg

La risposta è degna di un bambino di 5 anni. Mamma, se me la fai bere la bibita allora vuol dire che va bene per me. Se poi sto male, è colpa tua mamma che me l’ hai data….

Non esiste coscienza, consapevolezza e senso di responsabilità, nè tra chi produce reddito a scapito della nostra salute nè tra chi dovrebbe tutelarla.

Occorre che siano genitori e maestri a farsi carico di informare gli adolescenti sui possibili effetti di queste bevande. Credo anzi che gli adolescenti vadano messi nella condizione di sperimentare il benessere di uno stato psicofisico equilibrato invece che rincorrere la chimera dell’energizzante.

La tachicardia non piace a nessuno

Credo che non ci sia alcun adolescente che ama fare un compito in classe con il cuore in gola. Avere energia per condurre una giornata è un conto, ma essere alterati e dopati fin da mattina può e deve non costituire un valore, anzi deve essere percepito dai giovani come un fastidio, qualcosa da evitare.

L’equilibrio è una conquista molto più complessa e da adulti, qualcosa che si può insegnare a far apprezzare alle nuove generazioni che accelerano sempre di più per non perdere una corsa della quale non conoscono il traguardo.

g46.jpg

Invece stiamo mettendo in giro un messaggio veramente ambiguo per i giovani – afferma Pendergrast, direttore dell’associazione medici pediatrici del Medical College of Georgia, Augusta: che la droga e le sostanze chimiche eccitanti siano necessarie per dare il meglio, per essere vincenti nello sport come nella vita…

g47.jpg

A proposito della caffeina

La caffeina ha il potere di provvedere una rapida sferzata di energia, ma non è priva di controindicazioni specialmente per i bambini… anche se sul breve termine può dare l’impressione di una bevanda che aiuta la concentrazione, una bibita a base di caffeina può interferire con il normale apporto di liquidi creando dei disturbi del ritmo cardiaco.

Per maggior informazioni sugli effetti della caffeina leggi questo articolo (inglese) e questo articolo (inglese).

A proposito di ADHD

Un recente studio di Holly White ricercatrice all’Università del Michigan ha dimostrato come gli individui con ADHD siano eccezionalmente bravi in attività di pensiero divergente, come inventare nuovi usi creativi per oggetti d’uso quotidiano. Se quindi da disturbatori potessimo inventare per loro il ruolo di campioni del pensiero laterale forse potrebbero diventare delle star in classe invece di finir per essere etichettati come problematici. (da Mind  n.179 novembre 2019)

Comments (5)

Tags: , ,

6 quello che mangi: dove trovare alimenti freschi e sani


Scritto il 02 maggio 2007

Sei quello che mangi:

agri2.jpgtutti lo sappiamo ma la maggior parte delle persone fa finta di niente. O forse crede che non sia vero. Poi si stupiscono se diventano allergici, intolleranti oppure se si ammalano. Il dottor Giannattasio, medico e agronomo, una volta ha detto una frase molto semplice: per mangiare sano dovremmo far finta che i supermercati non esistano e fare la spesa come si faceva 50 anni fa: tanta frutta e verdura comprata al mercato e scatolette solo in caso di emergenza. Approfondisci qui le sue parole

Nel nostro corpo ci sono circa cento trilioni di cellule che hanno bisogno di un adeguato nutrimento quotidiano, mentre noi spesso mangiamo di corsa cibi preconfezionati finendo col sentirci fiacchi, imprigriti e col vederci grassi. A volte mangiamo non per fame ma perche è ora di pranzo, oppure per saziare qualche altro bisogno che non è alimentare.

Il cibo riguarda tutti gli aspetti del nostro essere: l’umore, l’energia, la capacità di concentrarsi, gli impulsi sessuali, il sonno e la salute in generale: mangiare in modo salutare è la chiave del nostro benessere.

frutta

Se ciò che ingeriamo ogni giorno, tutti i giorni della nostra vita, è pieno di conservanti, coloranti, pesticidi, se il latte e la carne contengono antibiotici che vengono dati agli animali per non ammalarsi, se la frutta è gonfiata di ogni possibile veleno pur di mantenere una parvenza di vita anche in climi e condizioni impossibili… allora certo non possiamo pensare che stiamo facendo il nostro meglio per rimanere in salute.

Senza essere ortoressici o integralisti, ma solo con la pretesa di voler fare il meglio per noi e per i nostri figli, ecco cosa ci ha spinto a mangiare il più possibile sano e biologico a ridurre notevolmente carne, mozzarelle, salumi, caffè, zuccheri e farine bianche per dare la priorità a prodotti non raffinati, integrali e di buona qualità.

Perchè compriamo locale

Abbiamo provato un po’ di tutto: i gruppi di acquisto, la spesa al mercato, le gite fuori porta. I gruppi di gruppo di acquisto solidali GAS sono fantastici e sono ormai molto diffusi.  Insieme ad altre famiglie ci incontriamo una volta al mese, ogni membro si incarica di cercare un produttore per un determinato bene (pasta, parmigiano, olio, detersivi, ecc… ) e li propone al resto del gruppo.
Insieme scegliamo i produttori che vendono i prodotti che ci interessano e con loro stipuliamo degli accordi di acquisto spesso agevolati. Cerchiamo prodotti provenienti da piccoli produttori locali per avere la possibilita’ di conoscerli direttamente e per ridurre l’inquinamento e lo spreco di energia derivanti dal trasporto. Inoltre vogliamo prodotti biologici o ecologici che siano stati realizzati rispettando le condizioni di lavoro.

Cosa sono i Gruppi di Acquisto Solidale (G.A.S.)?
Un gruppo d’acquisto e’ formato da un insieme di persone che decidono di incontrarsi per acquistare all’ingrosso prodotti alimentari o di uso comune, da ridistribuire tra loro.

Si ma… perché si chiama solidale?

Un gruppo d’acquisto diventa solidale nel momento in cui decide di utilizzare il concetto di solidarieta’ come criterio guida nella scelta dei prodotti. agri4.jpgSolidarieta’ che parte dai membri del gruppo e si estende ai piccoli produttori che forniscono i prodotti, al rispetto dell’ambiente, ai popoli del sud del mondo e a colore che – a causa della ingiusta ripartizione delle ricchezze – subiscono le conseguenze inique di questo modello di sviluppo.

Perché nasce una G.A.S.?
Ogni GAS nasce per motivazioni proprie, spesso però alla base vi è una critica profonda verso il modello di consumo e di economia globale ora imperante, insieme alla ricerca di una alternativa praticabile da subito. Il gruppo aiuta a non sentirsi soli nella propria critica al consumismo, a scambiarsi esperienze ed appoggio, a verificare le proprie scelte.

Una rete
I gruppi di acquisto sono collegati fra di loro in una rete che serve ad aiutarli e a diffondere questa esperienza attraverso lo scambio di informazioni. Attualmente in Italia sono censiti un centinaio di GAS. Ecco il sito ufficiale qui potete trovare quello più vicino a voi.

Facciamo il pane

fare il paneAndrea ha cominciato a fare il pane con i bambini un po’ per scherzo un po’ per sfida. E ha ritrovato una manualità carica di senso e di soddisfazione. Questo per noi significa essere modelli degni di essere imitati per i nostri figli.

E’  incredibile scoprire che il pane che fate è il più buono mai mangiato in vita vostra (dopo un po’ di prove e di allenamento). Provate. Facendo il pane ormai con regolarità e con grande amore e divertimento ci siamo accorti che questa semplice attività mette in moto un “fare” speciale, qualcosa di unico che rende i pomeriggi in casa con i bambini un momento di calore e di gioia inpagabili

Approfondisci sul web

Che cos’è l’agricoltura biologica
Perchè mangiare biologico?
Mai sentito parlare della decrescita felice?
Leggi il manifesto della decrescita felice e fatti lo yogurt in casa!!

Comments (4)