asilo nel bosco Archives - Vivere semplice

Tutti i tag | "asilo nel bosco"

parco giochi alla scuola steineriana di Ginevra, un luogo dove giocare davvero

Tags: , , , , , ,

Nuovi modi per fare scuola dopo il coronavirus


Scritto il 14 aprile 2020

ripensare la scuola dopo il coronavirus? semplice: all'aperto

Siamo ancora in Fase Uno della pandemia da Coronavirus: solo mezz’ora d’aria con i bambini (leggi il mio appello durante di lockdown), rigorosamente isolati dai coetanei.
E’ giusto, si tratta di forza maggiore.

Quando ricomincerà la scuola?

Fare scuola è una delle priorità più sentita dalle famiglie, senza scuola non si può tornare al lavoro e senza lavoro… beh lo sappiamo.

Ma la scuola sarà proprio una delle ultime cose a ricominciare. E’ necessario mobilitare i nostri pensieri e la nostra creatività, cara Italia, affinchè si possano trovare modi alternativi di fare scuola, di far stare insieme i bambini e di farli imparare. Per crescere serve confronto, incontro, spazio e tempo.

Fare scuola all’aperto?

Come ho raccontato in L’asilo nel bosco (esperienza di osservazione in un asilo in Svizzera), sono quasi 15 anni che coltivo il pensiero di dare vita ad un asilo all’aperto per fare scuola in un parco cittadino. Facendo l’osservatrice presso il Wakita kindergarten di Zurigo e poi l’assistente nel bosco alla Scuola steineriana di Ginevra ho coltivato questo sogno, cosi possibile e concreto in una città dal clima clemente come Roma.

DSC_5738

Una struttura fatta in gomma riciclata su una spiaggia che si affaccia sul lago di Ginevra. Libera e aperta a tutti.

Fare scuola dappertutto

In questi anni ho scoperto che i bambini imparano ovunque, anzi meglio imparano di più se sono posti fuori da contesti ordinari. (Leggi dell’esperienza importata da poco in Italia della Scuola in Movimento)

Ho fatto esperienza di water-cycling con i miei figli a Villa Panphili, ho organizzato spedizioni per piccoli gruppi di bambini in giro per i boschi con qualsiasi clima e soprattutto ho studiato il modello che in nord Europa è considerato il più efficace per crescere bambini forti e sani e ho scoperto che c’è un mare di conoscenza e ci sono modalità già sperimentate solo da applicare anche in Italia. Ho anche pensato ad un centro estivo in natura, da realizzare a Villa Panphili.

Fare scuola dappertutto

Nel frattempo in questi anni anche a in Lazio sono nate realtà per fare scuola all’aperto come l’asilo nel bosco di Ostia Antica, l’asilo al mare nei pressi dell’idroscalo di Ostia o l’asilo Bosco Caffarella di Roma, ideato da Francesca Lepori della Rete di Cooperazione Educativa: sono progetti stupendi pensati da persone piene di entusiasmo e con una visione.  Hanno radici e motivazioni profonde e stanno crescendo ogni anno di più, per fortuna.

Un progetto pilota per fare scuola all’aperto

Nel 2005 ho scritto Foglienuove (scarica il pdf) un progetto che dopo essere rimasto per tanto tempo nel cassetto ho deciso di condividere qui. Un progetto pieno di ingenuità e di idealismo, certo, ma anche concreto e fattibile fin nei dettagli.

DSC_4510

Lo condivido perchè ho la speranza che in questo momento di dibattito sulla scuola e sulle possibili modalità di ripresa gli uffici scolastici delle Scuole Capitoline dell’Infanzia lo prendano in considerazione.

Proprio in occasione della fase 2 si potrebbe adottare come progetto pilota in uno dei grandi parchi cittadini del centro di Roma, andando al di là dei soliti impedimenti burocratici proprio in virtù di una situazione di emergenza come questa. Non ci vuole molto, c’è tutto nel progetto, pensato in origine per la scuola materna ma adattabile da subito anche per la primaria.

Di cosa hanno bisogno i bambini?

I bambini hanno bisogno di poter fare scuola ovunque, stare all’aperto e muoversi liberamente con o senza pandemia, ma se ora diventa una necessità fare scuola a distanza chissà che non sia l’occasione giusta?

Accolgo e sostengo l’invito che arriva da Francesca Lepori nel post Una scuola speciale per tutte/i e chiedo che venga data la possibilità di mettere in atto progetti di didattica outdoor.

parco giochi alla scuola steineriana di Ginevra, un luogo dove giocare davvero

Il parco giochi alla scuola steineriana di Ginevra è un luogo dove giocare davvero ed è aperto sulla strada (una strada secondaria dove il traffico ha il limite dei 30 all’ora). Non ci sono cancelli nè portoni.

Fare scuola significare anche sperimentare

Dobbiamo ripensare l’apprendimento al di fuori delle aule pollaio sfruttando spazi non utilizzati della città e strutture lasciate al degrado, applicare l’educazione diffusa e l’educazione all’aperto anche in Italia.

E dobbiamo farlo anche sfruttando progetti già avviati, non serve inventare la ruota, c’è già tutto.
E’ arrivata l’ora dell’educazione all’aperto. Coraggio!

Commenti (1)

sabrina dorsi per vivere semplice

Tags: , , , , ,

Bimbi in Natura: esperienze per bimbi dai 2 ai 6 anni anche a Roma


Scritto il 31 luglio 2018

DSC_1667

Gli asili nel bosco esistono nei paesi nordici da molti anni ma ultimamente sono sorte anche in Italia tante esperienze di asili in fattorie, scuole all’aperto, pedagogia in natura, progetti di outdoor education che sfruttano i benefici che la natura offre ai piccoli in età prescolare e scolare.

Per i piccoli stare a contatto con la natura in modo costante e non saltuario, nella calma di poter scoprire e manipolare la terra, osservare gli animaletti che la popolano e giocare a scoprire le tante varietà di piante,  non sfogliando un libro ma annusandole e toccandole è un’esperienza senza pari.

Stare in natura non solo per divertirsi

Per loro è solo divertimento ma noi adulti sappiamo che si tratta di una formidabile esposizione a stimolazioni sensoriali preziosissime per lo sviluppo cognitivo, le capacità relazionali e le abilità psico-motorie.

Insomma stando in natura i bambini imparano a fare da soli, affrontano e risolvono i loro piccoli e grandi problemi, si abituano ad essere circondati da un ambiente che varia continuamente, con il cambio delle stagioni e offre sempre scoperte nuove da fare e infinite possibilità di gioco e apprendimento.

Anche a Roma nord-ovest un’esperienza in natura per bambini

A Roma è nata da pochissimo una realtà preziosa, si chiama Piccoli Passi in Natura ed è un progetto per  bambini dai 2 ai 6 anni che si svolge dal lunedi al venerdi con orari flessibili e offre laboratori artistici, attività all’aria aperta a contatto con gli animali ma soprattutto offre la possibilità di fare davvero amicizia con tutto ciò che la natura offre.

Un progetto inclusivo per antonomasia, perchè la natura può essere fruita da tutti i bambini senza distinzioni di abilità o competenze, ognuno secondo le sue inclinazioni.

La realtà che ospita il progetto è  La Collina Storta, un centro ricreativo immerso nel verde accanto alla grande tenuta di Castel di Guido, uno spazio perfetto attività didattiche, sportive, educative di alta valenza sociale.

piccoli passi in natura

Per informazioni e iscrizioni: Collina Storta
Tel.:06 89670786 Email.: info@lacollinastorta.org
Via Giuseppe Lazzati
Adiacente zona Casalotti – 00166 Roma
I posti sono limitati, le iscrizioni sono aperte.

Cosa fanno i Bimbi in Natura?

I bambini che hanno il privilegio di stare all’aperto possono fare moltissimo: corrono, saltano, si arrampicano, fanno girotondi, nascondigli e si allenano in tanti micro movimenti come catturare formiche giganti e bruchi ignari, raccogliere fiori, infilare conchiglie, impilare sassolini, cucinare saporite pietanze di foglie e fiori.

Non c’è mai da annoiarsi perché la natura cambia ogni giorno e nella relazione con il mutamento i bambini diventano protagonisti dei loro stessi apprendimenti.

L’esperienza diretta, costante e continua della natura è comprensione del mondo.

Apre le porte dei sensi e i bambini sentono con tutto il corpo e vi s’immergono in profondità.

Esplorare lo spazio con il corpo fa nascere le amicizie, imparano a collaborare, a litigare, a fare la pace, ad accordarsi, a organizzarsi, ad aiutare chi ne ha bisogno, a chiedere aiuto, a provarci da soli, a sentire i propri limiti, a superarli, a gestire il rischio, a sostenere la frustrazione, a riconoscere le proprie emozioni…

Mentre i bambini e le bambine vivono le proprie esperienze in natura, noi adulti intorno cosa facciamo ma soprattutto cosa non facciamo?

Spesso è più difficile stare zitti che dire come faremmo noi quella torre di mattoncini, è più difficile ascoltare che urlare, comprendere che punire, mentre è più facile interferire che osservare, interrompere che aspettare!

Noi adulti intorno ai bimbinatura proviamo con tanto coraggio e affetto verso noi stessi, a fare e non fare alcune cose molto importanti! Siamo presenti ma non interferiamo, aspettiamo ma non interrompiamo, partecipiamo ma non ci sostituiamo, ascoltiamo ma non forniamo soluzioni.

Insomma impariamo dai bambini e dalle bambine tutto ciò che è davvero importante sapere!

E a Roma Sud?

Il progetto Bosco Caffarella, nato 2016, è situato nel vastissimo parco regionale dell’Appia Antica: anche qui lo spazio e il verde certo non mancano. I bambini del Bosco Caffarella fanno gite in bici, progetti didattici orientati all’ecologia e alla scoperta della natura e soprattutto imparano facendo, prevalentemente all’aria aperta. 

bosco caffarella

Per informazioni e iscrizioni: Asilo Bosco Caffarella
Tel.: 3393796137
Email: boscocaffarella@gmail.com
Casale Vigna Cardinali
Largo Pietro Tacchi Venturi,
Adiacente Via Latina – 00179 Roma
i posti sono limitati, le iscrizioni sono aperte. 

Bimbi all’aperto ovunque

Roma è una città enorme, vasta quanto 9 cittadine medie messe insieme.
Uno degli elementi importanti da valutare quando si sceglie un luogo dove i bambini passerrano qualche ora della loro giornata è la distanza da casa.

Per tutti gli altri bimbi, che vivono un’esperienza prescolare o scolare in un contesto tradizionale, quindi quasi esclusivamente a porte chiuse vi invito a leggere il post Organizzare una spedizione senza muovervi dalla città che vi incoraggerà a distribuire larghe dosi di natura e tante ore d’aria ai vostri figli, nonostante il poco tempo che avete a disposizione.

I bambini hanno bisogno di natura, di stare all’aperto tutto l’anno, non solo durante le vacanze in campeggio! 

Segnalateci i progetti in natura per bambini

Segnalateci tutte le altre realtà presenti sul territorio romano, saremo felici inserire qui in calce l’indirizzo di tutte le realtà che offrono progetti in natura per bambini.

Commenti (1)